Buona caccia a tutti!

Fra meno di 10 giorni, in occasione di Lucca Comics & Games, uscirà la mia ultima “fatica” ludica: i Racconti del Libro della Giungla.
Si tratta di un gioco ispirato ai racconti di Rudyard Kipling, per la precisione nel periodo immediatamente precedente al ritrovamento di Mowgli da parte di Raksha e del branco di Akela.
Il sistema di gioco è molto semplice e consente ai partecipanti di raccontare brevi storie partendo da un incipit e da un finale, arricchito da qualche elemento tattico, senza che però nessuno dei giocatori sia chiamato a “validare” o “giudicare” le storie altrui; al contrario, le regole fanno sì che non abbia senso forzare la mano a livello narrativo: creare storie al tempo stesso semplici e coerenti con l’ambientazione è molto più facile che inventare aneddoti strampalati.

Essendo stato uno scout in gioventù mi è venuto molto naturale lavorare a un gioco sul Libro della Giungla. In realtà il mio amore per i personaggi di Kipling risale a quando ero molto più piccolo, mi è sempre piaciuto il film della Disney basato sui racconti dello scrittore britannico e da più grandicello ho adorato entrambi i libri che raccontavano le avventure di Mowgli e degli altri abitanti della Giungla.
Inoltre, devo dire che Guido Favaro, l’illustratore di tutti i giochi targati Red Glove, stavolta si è davvero superato: non solo i personaggi, ma tutti gli elementi del gioco sono caratterizzati da illustrazioni di fortissimo impatto, dettagliate e assolutamente in linea con l’ambientazione.

Una delle mie preferite in assoluto è quella che costituisce la plancia di gioco, che riporta le tredici locazioni in cui si svolgeranno tutte le avventure del branco di lupi protagonista del gioco che, nel corso della partita, dovranno ingegnarsi per risolvere le situazioni più disparate: salvare amici in pericolo, aiutare altri animali, interagire con Baloo e Bagheera stando bene attenti alla terribile tigre Shere Khan e al famelico coccodrillo Jakala.

Trovate queste (e altre) immagini sulla dettagliata preview che Gioconomicon ha dedicato a i Racconti del Libro della Giungla, in cui fra le altre cose vengono descritte anche tutte le meccaniche principali del gioco.

Ma a Lucca non ci saranno solo lupi, pantere, orsi e tigri: in mezzo a tutti i giochi del Guanto Rosso farà la sua comparsa la più delirante espansione di Vudù mai concepita, in un tripudio di citazioni in perfetto stile Baruffus: Barbari vs Zombi. La prima espansione di Vudù, Ninja vs Pigmei, introduceva le Maledizioni nascoste dei letali guerrieri orientali e quelle “rapide”, a costo uno, dei Pigmei. La seconda espansione permetteva il gioco a coppie, con effetti decisamente poco convenzionali.
Con Barbari contro Zombi abbiamo voluto osare ancora di più: i guerrieri del Nord sono così incazzosi che possono costringere gli avversari a non rompere le loro Maledizioni (e guai a contraddirli!), mentre le Maledizioni dei mangia-cervelli hanno il terribile vizio di non venir scartate, ma di passare tramite contagio agli altri giocatori.
Vi ho fatto venire un po’ di curiosità?

Comunque sia ci vediamo a Lucca, con queste e altre novità, allo stand Red Glove!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s